via Soderini, 24 20146 MILANO
Email: segreteria.bauer@afolmet.it

Docente di: linguaggi digitali

Sergio Giusti è uno studioso e docente di fotografia e arte contemporanea. Si interessa  particolarmente  alla  teoria  del  fotografico, alla fotografia come forma artistica contemporanea e ai suoi intrecci con i linguaggi audiovisivi. Nel 2005 ha vinto il premio Paolo Costantini per la saggistica in Fotografia con il saggio La caverna chiara. Fotografia e  campo immaginario  ai  tempi  della  tecnologia  digitale (Lupetti/Museo Fotografia Contemporanea).  Insegna Linguaggio fotografico e progetto video al  CFP  Bauer  di  Milano e collabora al corso di Arte contemporanea e Fotografia presso le Facoltà del Design del  Politecnico  di  Milano. Con Enrico Gabrielli ed ENECEfilm, gruppo di videomaker con cui collabora, ha realizzato il film-performance Unità di Produzione Musicale.

Tra le sue pubblicazioni: Il gesto e la traccia. Interazioni a posa lunga. Milano, Postmedia Books (2015); Lo spettacolo e lo spettro: la fotografia e il velo del contemporaneo in Generazione Critica. La fotografia in Italia dal Duemila. A cura di Marcella Manni e Luca Panaro, Ravenna, Danilo Montanari Editore (2014); La fotografia è un elettrodomestico, conversazione con Fabrizio Bellomo in Le persone sono più vere se rappresentate a cura di Fabrizio Bellomo, Milano, Postmedia Books (2014); Sandy Skoglund. La cucina del reale al di là del postmoderno, in Sandy Skoglund. The Artificial Mirror, catalogo con testi di Sergio Giusti e Francesco Zanot, Milano, ed. Contrasto due (2009); Fabio Sandri. Precipitati (sezioni, accumuli, avvolgimenti), in Fotografia europea Reggio Emilia 2009, catalogo a cura di Elio Grazioli, Milano, Electa (2009); “La terza pillola. L’incontro col reale nel fotografico contemporaneo”, articolo pubblicato sul n° 81-82 di “Biblioteca teatrale” (Bulzoni editore, Roma) a cura di Giacomo Daniele Fragapane (2008).